5 consigli per diventare un vero ecoturista responsabile

25 Janvier 2018 - Ecoturismo
5 consigli per diventare un vero ecoturista responsabile

Comportarsi in modo da minimizzare l'impatto sull'ecosistema è possibile ogni giorno ed anche quando sei in viaggio. Questo è l'atteggiamento migliore da adottare per contribuire alla salvaguardia dell'ambiente, alla lotta contro l'inquinamento atmosferico.

 

1- Privilegiare gli alloggi responsabili nei confronti del medio ambiente

Per il tuo viaggio, prenota un hotel responsabile e rispettoso dell'ambiente. Ci sono catene alberghiere che si impegnano a ridurre il loro consumo d'acqua, i loro rifiuti e utilizzando principalmente l'energia sostenibile o energia verde. Alcuni hotel riciclano i materassi e donano il cibo in eccesso. È inoltre possibile trovare hotel membri del WWF che si battono ogni giorno per difendere le specie e gli ambienti in pericolo. Privilegia anche le agenzie di viaggio impegnate a raggiungere la sostenibilità e certificate The Green Key, Earth Check, Green Globe, The Rainforest Alliance ed European Ecolabel.

 

2- Mangiare in modo responsabile

Il tuo viaggio è l'occasione ideale per gustare i prodotti locali - frutta, verdura, pesce - e consumare senza danneggiare l'ambiente. Acquista i prodotti locali nei mercati. Questa è un'opzione che consente di evitare l'imballaggio dei prodotti acquistati nei supermercati e ridurre il consumo di carne. L'allevamento del bestiame è una delle cause principali delle emissioni di gas a effetto serra prodotto dall'uomo.

 

3- Scegli i trasporti più ecologici

Sebbene l'aereo sia il mezzo più veloce e pratico per viaggiare, è il mezzo di trasporto più inquinante. Un aereo emette 360 g di anidride carbonica per ogni passeggero contro 150 g per lo stesso viaggio in auto e solo 11 g in treno. Queste cifre sono preoccupanti, soprattutto perché ogni anno il traffico aereo aumenta del 5%. Quando è possibile, viaggia in treno o in auto per raggiungere la tua destinazione di vacanza.

 

4- Fare escursioni in modo decisamente ecologico

Assicurati che le tue escursioni non abbiano alcun impatto sulla zona che stai visitando. Poche montagne dedicate all'escursionismo sono preservate dall'inquinamento. Quando ti avventuri in questi luoghi naturali, evita di lasciare i sentieri segnati, raccogliere piante e fiori e buttare i rifiuti. Sappi che un fazzoletto di carta impiega 3 mesi a degradarsi, un mozzicone di sigaretta due anni, un chewing gum 5 anni e fino a 100 anni per una lattina di alluminio. Metti temporaneamente i rifiuti in una borsa, o semplicemente in tasca e poi gettalo nel contenitore per i rifiuti più vicino.

 

5- Ignora le attrazioni con gli animali

Molti paesi usano gli animali per attirare i viaggiatori. Il loro benessere e la conservazione delle specie sono in pericolo. I giri a dorso d'elefante ad esempio è un'attrazione molto popolare in Asia. Dietro questa attività accattivante, tuttavia, gli elefanti soffrono moltissimo. Gli elefantini vengono strappati alle madri e subiscono la pratica "phajaan", un rituale per rendere docile l'animale. Sono incatenati, malnutriti e privi di cure.

Informazioni sull'autore: Matteo Profili

 

Un tempo, ero giornalista, ma in seguito ho consacrato una gran parte della mia vita a visitare i quattro angoli del mondo. Non posso farne più a meno, ora e soprattutto per il futuro. Ho fatto non poca strada fino adesso. E queste scoperte, ve le condivido perché possiate essere ben preparati a scoprire il mondo e non dimenticate di condividere i vostri pareri o i vostri commenti.

 

  • Condividere :
  • Reagire :

Pubblicate un commento

captcha

Scoprite anche

PARTNER DELLE VOSTRE VACANZE