Da Minorca alle passerelle, per la primavera estate tutte ai piedi delle “minorchine”

21 Avril 2016 - Europa
Da Minorca alle passerelle, per la primavera estate tutte ai piedi delle “minorchine”

Di Enza Petruzziello

Semplici e comode, ma soprattutto glamour. Hanno fatto impazzire donne e ragazze la scorsa estate e anche quest’anno si confermano un must-have che non può assolutamente mancare nelle nostre scarpiere.

 

Sono le “minorchine”, così chiamate proprio perché arrivano dall’isola di Minorca. Parenti delle più famose espadrillas, in Spagna si chiamano “Ibicencas” dove erano indossate a partire dal ‘300 soprattutto da pescatori e contadini. Così se Capri ha i suoi “capresi”, pantaloni al ginocchio resi celebri negli anni ’50 dalle dive del momento, anche l’isola delle Baleari può adesso vantarsi di avere il suo capo di riconoscimento. Insomma non le solite scarpe ma un pezzo di storia, utilizzate fin dai tempi più antichi dalla popolazione rurale dell’isola. Le originali calzature dei pescatori della Baleari sono interamente lavorate a mano e racchiudono in sé quello spirito nomade e vacanziero tipico della popolazione da cui prendono il nome.

Si tratta di sandali prettamente flat con una tomaia in pelle e una striscia dello stesso materiale che cinge il tallone. La suola è in gomma, il plantare in cuoio e sono fresche e comode, perfette per chi è alla ricerca di un paio di scarpe da poter infilare tranquillamente in valigia o in borsa, magari per indossarle dopo una lunga giornata sui tacchi. Sono inoltre adatte per lunghe passeggiate in città e al mare, e per chi ama uno stile informale e casual. Tantissimi i modelli tra cui poter scegliere: chiuse, ideali quindi per giornate non caldissime e già assolutamente indossabili in primavera, e aperte sul davanti per le amanti dei sandali.

 

Le minorchine sono amatissime dalle fashion blogger, che ne hanno fatto incetta la scorsa estate, e da chi vuole sempre essere al passo con le ultime novità. E anche per il 2016 si presentano come le scarpe di maggiore tendenza: le fantasie proposte sono tantissime, dal camouflage, all’animalier passando per il tropical e il floreale. Ci sono quelle interamente ricoperte di glitter per dare luminosità alle serate estive, e quelle rivestite di applicazioni gioiello per chi non sa rinunciare allo stile più elegante. I colori sono smaglianti e luminosi come il rosso corallo e il turchese, nuance tipiche dell’estate o basic, adatte a ogni tipologia di look. Particolarmente indicate per chi ama sfoggiare uno stile diverso dal solito, magari di ispirazione hippy, le ibicencas si indossano con vestitini leggeri, shorts di jeans e durante le lunghe e calde notti della stagione.

Sono, infatti, facilissime da abbinare: dai pantaloncini per il mare al vestitino per la sera. Insomma, un tempo indossate solo da contadini e pescatori, come scarpe molto umili, adesso invece sono un vero e proprio trend di stagione sfoggiato dalle donne di tutte le età. Dettaglio non trascurabile le menorquinas sono davvero economiche e prevalentemente low cost, il che non guasta.

 

Inizialmente realizzate a Minorca, dove il comparto calzaturiero ha deciso di dedicare i propri sforzi alla fabbricazione di questo particolare modello di sandalo, oggi vengono prodotte in tutta la penisola iberica e non solo. Le menorquinas si realizzano principalmente a Ciutadella, Alaior, Es Mercadal e Ferreries. È possibile trovare ancora artigiani locali che le confezionano su misura. Tra i vari brand segnaliamo gli spagnoli Verano e Varca noti per le loro calzature squisitamente tradizionali. Anche le grandi firme propongono le loro minorchine: si va da Stella McCartney a Philiph Plein fino all’italiana Pollini. Tra le affezionate estimatrici si annovera Sofía di Borbone che le calza ogni estate.

 

E non stupisce il loro successo. L’artigianato di Minorca è infatti conosciuto in tutto il mondo grazie ai suoi gioielli, le ceramiche e i tessuti. Gli artigiani del posto nel tempo hanno saputo trasmettere le loro abilità e ispirare con la loro arte il gusto per la tradizione ai nuovi creatori, incidendo positivamente sull’economia locale. L'attività in assoluto più celebre resta proprio la produzione calzaturiera, caratterizzata dall'alta qualità e l'attenzione per i dettagli. Oltre alle menorquinas sull’isola vengono prodotte le famosissime Pretty Ballerinas arrivate sulle passerelle di tutto il mondo e con un giro d’ affari di 20 milioni di euro l’anno.

 

Per maggiori info sull'isola di Minorca suggeriamo il sito: www.isoladiminorca.com

 

Informazioni sull'autore: Angelo Marinero
Proveniente da una grande scuola di Turismo, ho saputo utilizzare in modo appropriato le mie conoscenze in questo settore. Mi ha permesso di scoprire le mille facce dei paesi del mondo intero. Infatti, passo il mio tempo a viaggiare. E questo mi aiuta molto a costruire la mia propria esistenza. Pertanto, scrivo per donare dei consigli e delle idee perché possiate sentirvi bene e preparare bene i vostri viaggi. Allora, non esitate a comunicare i vostri pareri.
  • Condividere :
  • Reagire :

Pubblicate un commento

captcha

Scoprite anche

PARTNER DELLE VOSTRE VACANZE