Scoprire le isole Pontine in barca a vela

Scoprire le isole Pontine in barca a vela

A poche miglia nautiche dalla costa laziale si trovano le isole Pontine, chiamate anche isole Ponziane, un piccolo angolo di paradiso bagnato dalle acque trasparenti e cristalline del Mar Tirreno.

 

Le Isole Pontine, ricco di fascino e siti di interesse da vedere

Si tratta di un arcipelago formato da due gruppi di isole che si differenziano per morfologia, posizione e anche dimensioni. A nord-ovest si trovano Ponza, Palmarola, Zannone e Gavi, mentre nella zona sud-occidentale si trovano Ventotene e l’isolotto di S.Stefano.

Si tratta di uno degli arcipelaghi più incontaminati del Mar Mediterraneo, ricco di fascino e siti di interesse da vedere, dove il paesaggio, la natura e il mare sono rimasti i protagonisti. Le isole Pontine sono di origine vulcanica e sono ricche di spiagge e piccole cale nascoste che si possono scoprire con il noleggio barche a Salerno

 

Ponza, la più conosciuta delle isole Pontine

L’isola più grande dell’arcipelago, coi suoi 7,5 chilometri quadrati di superficie, è anche la più densamente popolata. A Ponza si trovano alcune delle spiagge più belle d’Italia, tra cui Cala di Luna, Cala Cecata, Cala Feola e le Piscine Naturali, ma occorre ricordare che su quest’isola si trovano anche importanti siti archeologici romani. Vi stupirà non solo la natura del luogo, ma anche lo stesso autentico borgo marinaro di Ponza. Tra i vicoli e il piccolo porticciolo si può respirare ancora l’atmosfera mediterranea e osservare come la vita scorre tranquilla, scandita da ritmi precisi, su un’isola così piccola.

 

Palmarola, la più selvaggia delle Pontine

Grazie al suo paesaggio integro e preservato, Palmarola è perfetta per escursioni a piedi e anche per immersioni subacquee. Infatti i fondali marini delle isole Pontine custodiscono antichi tesori come imbarcazioni romane o relitti di navi risalenti ai conflitti mondiali. Palmarola è l’isola perfetta per ricaricare le batterie perché è quasi completamente disabitata. Scoprire le isole Pontine in barca a vela è già di per sé un modo per rilassarsi gustandosi i piaceri della navigazione e vivendo una vacanza unica e indimenticabile. 

A bordo di una barca a noleggio potrete scoprire la celebre “cattedrale”, una parete rocciosa a picco sul mare che ha la forma di guglie che celano grotte incredibili.

 

Zannone, la più settentrionale dell’arcipelago

Quest’isola fa parte della riserva naturale del Parco Nazionale del Circeo ed è completamente deserta ad eccezione dell’estate, la stagione in cui si ripopola grazie ai turisti. Si possono vedere le rovine di un monastero cistercense al quale si arriva attraverso un percorso di trekking immersi nella natura, anche perchè Zannone è la più lussureggiante delle Pontine.

 

Gavi, l’isola più piccola delle Pontine

Uno stretto braccio di mare separa Ponza da Gavi, isola priva di spiagge ma che si può circumnavigare noleggiando una barca a Salerno. Su quest’isola si può però esplorare il “grottone di Gavi”, l’unica grotta presente, un vero e proprio capolavoro creato dalla natura.

 

Ventotene, un’isola ricca di storia

Ex colonia greca e romana, Ventotene è un’isola che offre panorami mozzafiato e insieme all’isoletta di Santo Stefano forma la parte terminale di un cono vulcanico. Nella parte nord-orientale si trova il paese omonimo dove abita la maggior parte della popolazione. La vegetazione è composta principalmente da vite, dal quale si ricava un vino pregiato, alberi da frutta e legumi. Merita una visita il porto, che rappresenta la zona archeologica più importante di Ventotene e uno dei vari esempi delle abilità ingegneristiche dei romani e le cisterne di alimentazione dell’acquedotto.

 

S.Stefano e l’ex carcere

Completamente disabitato, l’isolotto di Santo Stefano è più simile a un grande scoglio. Su quest’isolotto si trova solo un edificio, un ex carcere di forma circolare risalente al XVIII secolo e poi chiuso a metà degli anni ‘60 che ha fatto sì che l’isola ma anche l’intero arcipelago intero non venisse interessato dal turismo di massa.

Informazioni sull'autore: Matteo Profili

 

Un tempo, ero giornalista, ma in seguito ho consacrato una gran parte della mia vita a visitare i quattro angoli del mondo. Non posso farne più a meno, ora e soprattutto per il futuro. Ho fatto non poca strada fino adesso. E queste scoperte, ve le condivido perché possiate essere ben preparati a scoprire il mondo e non dimenticate di condividere i vostri pareri o i vostri commenti.

 

  • Condividere :
  • Reagire :

Pubblicate un commento

captcha

Scoprite anche

PARTNER DELLE VOSTRE VACANZE